Skip to content

Essere Città

Nel tramonto infuocato dell'Ellade

 

ATENIESE Dio o un uomo, stranieri, è stato riconosciuto da voi come principio della istituzione delle leggi?

CLINIA Dio, o straniero, Dio come è massimamente giusto dire; presso di noi Zeus, presso gli Spartani invece, donde questi proviene, credo che essi dicono essere Apollo,o no?

MEGILLO Sì.

ATENIESE Forse pertanto seguendo Omero tu affermi che Minosse ogni nove anni si metteva in cammino per Essere con/synousia il padre ed in conformità alla sua divina voce stabiliva le leggi per le vostre città?

CLINIA Così si dice presso di noi; e si dice anche che suo fratello Radamante- sapete certamente questo nome, sia stato massimamente giusto; e noi Cretesi potremmo dire che costui, per come allora ha amministrato la giustizia, si è giustamente meritato questo encomio.

ATENIESE Questa bella gloria ben si addice al figlio di Zeus.E poiché tu e lui siete stati allevati nei costumi di tale leggi, penso che ora non vi dispiacerà se ora faremo una conversazione intorno all’ Essere Città /politeia, parlando ed ascoltando lungo il nostro comune cammino.
In ogni caso la via che da Cnosso porta alla grotta di Zeus ed al suo tempio, come sappiamo, è quella giusta e lungo la strada, mi pare, vi siano luoghi ombreggiati per riposarsi, situati in mezzo ad alti alberi, dato che a quest’ora il caldo è torrido, e alla nostra età sarà conveniente fermarci di frequente in quei luoghi, ed Esortandoci-Consigliandoci-Confortandoci/paramythoumenous l’un l’altro con i Discorsi//logois, compiere più facilmente il cammino.

CLINIA Proseguendo nel Cammino, straniero, si trovano, nei boschi sacri, splendide piante di cipresso per la loro altezza e bellezza, e prati in cui potremmo riposare e conversare.

ATENIESE Dici bene

CLINIA Certamente. E quando li vedremo lo diremo ancora di più volentieri. Ma andiamo e la sorte ci sia benevole”.

………..

CLINIA Se le cose stanno così, straniero, Che cosa dobbiamo Fare /tì poieteon?

ATENIESE Come dice il proverbio, amici, la domanda pare che stia come ciò che ci è comune e sta in mezzo a noi. e se Vogliamo Rischiare in tutto e per tutto su EssereCittà/kindyneuein perì tes politeias ethelomen sympases gettando i dadi, come dicono, per avere il tre volte il sei, o soltanto tre, bisogna far così.
Io Rischierò con voi/synkindyneuso, esponendo e spiegando il mio pensiero sull’Educazione/paideias e sull’Allevamento/trophès che ora abbiamo messo in moto con i nostri discorsi : non si tratta di Rischio/kyndyneuma di scarsa importanza, e non si può paragonare ad altri rischi.
Io ti prego, o Clinia, di occuparti di questa impresa; tu, infatti, Fondando nel modo Giusto/ la Città dei Magneti, o come Dio vorrà chiamarla, ti procurerai Immensa Gloria e non potrai evitare di essere considerato il Più Coraggioso fra tutti quelli che verranno dopo di te.
E se questo Nostro Stare Insieme in una Divina Comunicazione/ theios syllogos verrà alla luce, cari amici, ad esso sia affidata la Città. e non vi sarà contestazione, su questo punto per così dire, da parte di nessuno degli attuali legislatori.
Allora assumerà contorni reali e si realizzerà quel Sogno/oneiratos di cui abbiamo parlato poco fa, quando con una Immagine/eikona abbiamo messo in Comunione/koinonia il Principio di Autorità/kephalè e lo Spirito/nous dello EssereCittà.
E questo avverrà se noi sceglieremo con cura i nostri uomini, Educati/paideutosi e, se una volta educati, si collocheranno presso l’acropoli delle regione, diventando così dei Custodi Perfetti/phylakes , come non ne abbiamo mai visti nella nostra vita passata, grazie al lor saper assicurare la Salvezza/soteria della Città.

MEGILLO Caro Clinia, dopo tutte le parole che abbiamo detto, o dobbiamo lasciar perdere la Fondazione/katoikiseos della Città, o non dobbiamo lasciare andare via questo Straniero, ma con Preghiere e con ogni altro mezzo dobbiamo accomunarlo nella Fondazione/katoikisin della Città.

CLINIA Quello che tu dici è verissimo, Megillo. e allora farò come dici tu, e tu aiutami.

MEGILLO Ti aiuterò.

 

[Platone, Leggi 624a-625c , 968e-969d ]

[Platone, Leggi 624a-625c , 968e-969d ]

 

3 thoughts on “Essere Città

  1. admin

    Salve,
    non ci sono password per accedere ai contenuti. Il saggio "Disordine ordinato" presenta sulla pagina web solo una breve parte iniziale, per leggerlo tutto basta cliccare sul link a fondo articolo e scaricare il pdf, oppure sul link "scarica gratis l'ebook" se si preferisce in formato epub per book reader.
    Restiamo disponibili per ulteriori informazioni.
    Cordiali saluti

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *